venerdì 23 marzo 2018

+EUROPA AFTERNOON TEA














Quale migliore occasione per connettere due mondi che mi appassionano: la politica e la cucina. Sono stati mesi intensi da quando ho ricevuto la richiesta di candidatura con la lista +Europa con Emma Bonino a Natale al fatidico 4 marzo che ci ha visto ahimè perdenti. Ma i mesi passati a fare campagna con i miei amici di lista sono per me stati fondamentali. Mi sono riavvicinata alla politica vera, ho avuto paura e poi coraggio di parlare in pubblico, mi sono messa in gioco e l'ho fatto per i miei bambini e per il mondo che vorrei loro lasciare. Il risultato è negativo, evidentemente sto vivendo in un'era in cui i miei valori si discostano parecchio da quelli della maggioranza delle persone: poco male, non li abbandono, anzi combatterò con ancora più forza. Ma ora "enough politics" veniamo a noi. Appena uscita la sfida di Valeria, su Mtchallenge ho gioito, ho condiviso la gioia e pof! Ne è venuta fuori un'occasione di incontro tra noi per commentare i risultati delle elezioni e parlare di futuro. Chiara e Gabriella mi hanno aiutato a comporre il più meraviglioso dei tè: favolosi finger sandwich al cetriolo e salmone, torta di carote, crostatine alle prugne e marmellate fatte in casa da consumare con gli scones. Ma tutto questo non compare nella foto perchè non l'ho fatto io. Io ho fatto gli scones, classici ma quadrati e un plumcake che ha molto a che fare con Camogli (luogo del nostro tè).
Partiamo dagli scones, tra le mille ricette che avevo, alcune con quantità di burro esagerate, alcune con l'uvetta, altre light con più yogurt che burro, ho scelto questa (da un vecchio numero di Goodfood) che mi dava la giusta quantità di tutto: il risultato è fenomenale, burrosi e friabili quanto basta, ma non pesanti. Avrei voluto fare anche la clotted cream, ma letto il procedimento ho scartato l'idea non ce l'avrei fatta, dunque li abbiamo spalmati di burro tedesco e delle ottime marmellate di Gabriella: prugne, pesche e albicocche.
Poi ho fatto il plum cake di Marco Budicin, o meglio, ho cercato di riprenderlo, perchè la ricetta non la ho. Budicin è un Professore dell'Istituto alberghiero di Camogli e il mio idolo d'infanzia, perchè nella sua pasticceria di Ruta di Camogli ho passato i miei momenti più sognanti. Budicin è profumo di anice e di finocchietto, di vaniglia e di cioccolato delle uova di Pasqua. Il suo plum cake che piaceva tanto al mio papà a colazione pucciato nel caffelatte racchiudeva tutti questi profumi della pasticceria ligure, era un "baciccia" (pandolce genovese) in forma di plum cake, buono di burro, di frutta candita e di quelle ciliegie rosse che da bambina adoravo.
Il tè è arrivato da lontano, speziato allo zenzero, cardamomo e chiodi di garofano: viene dal Kenya, la ricetta è di Florence, sopraffina cuoca che ho avuto la fortuna di conoscere l'anno scorso nel suo home restaurant di Sant'Ilario.
Infine la tavola: colorata come la nostra lista, anni 70 come gli anni in cui i Radicali ci hanno dato le migliori leggi di civiltà.
E così tra un commento, una risata, un gossip elettorale abbiamo dato dentro a un sontuoso tè pomeridiano: l'orario del tè per un meeting del genere è meraviglioso, si cena, si finisce presto e poi ognuno sul suo divano a sorseggiare una bella tisana.




SQUARED SCONES
350 gr di farina bianca
1 bustina di baking powder
85 grammi di burro tedesco a cubetti piccoli e freddi
3 cucchiai di zucchero
175 ml di latte intero
1/2 bacca di vaniglia (i semini)
il succo di 1 limone

In una ciotola capiente mescolate tutti gli ingredienti secchi (farina, lievito, zucchero, vaniglia), poi fate uno spazio al centro e mettete i dadini di burro. Mescolate velocemente con la punta delle dita fino a ottenere uno sfarinato. Scaldate pochissimo il latte nel microonde e versate dentro il succo di limone, mescolando bene. Aggiungete questo composto allo sfarinato e mescolate velocemente. Su una placca coperta con carta da forno formate con l'impasto un panetto quadrato o rettangolare, piatto alto circa 4 cm. Mettete in frigo per 30 minuti. Trascorso questo tempo, accendete il forno a 180°. Con un cutter quadrato un po' infarinato tagliate circa 10 scones, riponeteli sulla placca, spennellateli con rosso d'uovo mescolato con un po' di acqua e cuocete per circa 30 minuti. Servite tiepidi con burro e marmellate.



PLUM CAKE

260 gr di farina bianca
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
200 gr di zucchero bianco
5 uova
225 gr di burro tedesco
100 ml di latte
500 gr di frutta secca e candita mista (immancabili nocciole e ciliegie candite, il resto fate voi)
1 cucchiaino di semi di finocchietto
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere

Accendete il forno a 180° e preparate un capiente stampo da plum cake. Mescolate la frutta con le spezie. Nel robot da cucina sbattete uova e zucchero, poi aggiungete il burro morbido e montate fino ad ottenere un impasto senza grumi. Mescolate farina, lievito, bicarbonato e aggiungete all'impasto, infine versate il latte. Togliete la ciotola dal robot e delicatamente incorporate la frutta. Infornate e cuocete per circa 1 ora e 10 minuti, coprendo con un foglio di alluminio la superficie dopo circa 40 minuti, per evitare che si scurisca troppo. Fate raffreddare bene e servite a fette.